"Yarit" e "Grouse": intimo lessico dei nostri antenati

• "Yarit" e "il fagiano di monte": intimo lessico dei nostri antenati

Non ci sono stati tabù in materia di vocabolario. I nostri antenati chiamavano tutti i loro nomi, e anche visualizzati in questo caso un grande fondente. Oltre a ben note parole oscene e loro derivati ​​slavi utilizzata l'espressione più allegorica nominare organi maschili e femminili e sessuali copulazione.

"Fare l'amore" significava gli slavi: "etsya", "pezhitsya", "gallo forcello". Nella versione dialettale di Mosca ha "scarafaggi". Producendo oltre qualcuno agisce di natura sessuale - "yarit" (il nome di Jari), "dryukat", "et".

Maschio organo sessuale chiamato in modi diversi: "Cock" (Opzioni - "eldyk", "Elda"), "end", "inferno", "batte" (dalla parola "sp" è stato il concetto di "divertimento"). Anche nel vecchio manuale medico slava (una sorta di "manuali" per la pratica di guaritori) membro chiamato "Liharev" "Firs", "Mehir".

La testa del pene Rusichi chiama "testa pelata" o "bun", inguine - "Stegny" maschili testicoli - "Shulyat'ev" o "core". Semen nello stesso manuale medico slavo è stato chiamato "la carne". Altrettanto nomi colorati esistevano per i genitali femminili. genitali esterni donne portavano a lungo dimenticato nome "Luneau" (o "luna"). Si può trovare nelle vecchie cospirazioni slavi. Labia chiamato "porte", e la vagina - "porta carne".

Circa la struttura interna delle donne semplici non Rusichi veramente pensato. Guaritori e ostetriche erano ben consapevoli del fatto che una donna porta un bambino in una sorta di un luogo speciale, che hanno chiamato "Matica", "slide", "dentro" o "basso" (utero).

E comune ad entrambi i sessi era il nome di un'altra parte del corpo, che ha attirato molta attenzione - un "Guznov" o "guznyshko" (lo stesso che i glutei). Quindi, oltre al linguaggio osceno dei nostri antenati era un intero livello di un più modesto, ma non le espressioni meno colorati.