Walking in Paris

• Camminate Parigi

Camminare a Parigi nel 2015.

Walking in Paris

di Parigi - una città di contrasti.

Oneuro. Il nuovo simbolo di Parigi - immigrato africano che vende souvenir sotto la Torre Eiffel, Parigi, Francia.

Walking in Paris

anni di dominio coloniale francese in Africa, che si è conclusa solo negli anni '70 del 20 ° secolo, così come il suo status di uno dei più grandi centri turistici del mondo che scelgono Parigi culture si fondono punto, gli stili di vita e costumi di molte nazionalità diverse.

Un relativamente alto standard di vita sono attratti da questa città di immigrati provenienti da tutto il mondo. Se prima della fine della seconda guerra mondiale, il numero di immigrati della prima e della seconda "ondata", consistente essenzialmente dei portoghesi, italiani e spagnoli, era nel range del 3-4% della popolazione totale, con i 50-zioni del 20 ° secolo inizia il terzo, seguito da e la quarta ondata di immigrazione - invece dei cittadini meno abbienti dei paesi europei tra gli immigrati iniziano a dominare gli arabi e gli indigeni di "Africa nera".

Walking in Paris

Nonostante questo ha causato tensioni sociali ed economiche, Parigi conserva il titolo di "città degli innamorati". La Francia ha sempre in cima alla lista dei più popolari destinazioni turistiche internazionali, e la capitale francese ottiene sempre tra i primi cinque più popolare tra i turisti urbani.

Il Champ de Mars, Parigi, Francia.

Walking in Paris

Tutto questo è strettamente connessa con la politica europea moderna, crea un'immagine appetitosi di Parigi, è fondamentalmente diverso da quello che ha visto Victor Hugo e Gustave Eiffel.

Turisti in Citroen.

Walking in Paris

Vista di Parigi dalla Torre di Montparnasse.

Walking in Paris

Nonostante i cambiamenti radicali nella struttura della società, tanto a Parigi è rimasta invariata. Si tratta in particolare l'architettura del centro storico. Tuttavia, anche la "musica congelata" nel secolo scorso ha subito alcune importanti modifiche. I primi cambiamenti radicali nel "punteggio" per conto della Parigi di Napoleone III fatti barone Haussmann, che ha effettuato modifiche al centro della città nel 19 ° secolo. Oltre a risolvere problemi di traffico e migliorare le condizioni sanitarie fissate direttamente sulla parte superiore dei quarti intricate esistenti ampi, viali rettilinei complicano notevolmente la possibilità di barricate. Grave inconveniente "Haussmannization" di Parigi, dal punto di vista di oggi è che la città è stata privata del complesso di edifici medievali che aveva un valore storico e architettonico. Infatti, dal Medioevo in città era solo un frammento delle fortificazioni, che si possono vedere nei sotterranei del museo del Louvre.

Modernista "improvvisazione" nella costruzione composizione classica fatta Torre Eiffel, infatti, è diventato il simbolo di Parigi. Gli scienziati americani hanno analizzato i recenti 60 milioni di immagini di social networking sono giunti alla conclusione che la torre non è solo, ma anche i siti più fotografati più visitati al mondo.

Walking in Paris

Paris non stava cercando di ricostruire solo pigro. La grande modernista e funzionalista Le Kyubyuze, autore di "Radiant City", nel 1925 ha proposto un "Plan Voisin", continua l'opera del barone Haussmann. Secondo il piano dell'architetto, nel centro di Parigi, che doveva essere il quarto di 18 grattacieli, separati da un ombroso viali, parchi e strade larghe. Nonostante il fatto che a quel tempo c'era già un edificio di Manhattan, le idee Le Kyubyuze sono stati percepiti come troppo rivoluzionaria.

Tuttavia, 40 anni dopo, nel 1965, ha approvato il "piano generale di ricostruzione e sviluppo della regione di Parigi", e quindi in prossimità della Torre Eiffel sulla riva sinistra della Senna rosa fron quarto-de-Seine da più di 20 grattacieli.

Quarter Front-de-Seine.

Walking in Paris

Poi c'è stato il progetto "Giochi Olimpici", ha trasformato oggi in una parte della parigina Chinatown, e l'antitesi della Torre Eiffel - Torre di Montparnasse. Ripetendo le parole attribuite a Guy de Maupassant, i parigini sono scherzando sul fatto che la più bella vista di Parigi apre dalla cima di un grattacielo, perché allora egli sarà se stesso fuori dalla vista. La differenza cruciale quartiere La Defense, costruito negli stessi anni, da progetti precedenti è che è costruito al di fuori di Parigi, nel territorio del comune di Courbevoie e città Puteaux e Nanterre. Tuttavia, nel 1972 a Parigi, ancora ci fu un'ondata di proteste - i nuovi grattacieli, secondo i parigini, la prospettiva degli Champs-Elysees distorta. V'è, tuttavia, nella zona di oggi costruito 43 edifici più alti di 90 metri. Il più interessante di questi è il Grande Arche alta 110 metri, che è una proiezione tridimensionale di un ipercubo 4 hmernyh (Tesseract).

Avenue Charles de Gaulle, la guida nel quartiere La Défense.

Walking in Paris

Nel 1974, La Défense, la costruzione di grattacieli nel recinto di Parigi è stata temporaneamente vietata due anni dopo il completamento della Torre Montparnasse e la prima fase, ma diversi anni fa il divieto è stato revocato. Oltre agli interessi economici della città e gli sviluppatori, una delle cause principali è la rapida crescita della popolazione della capitale francese. Secondo le stime dell'Istituto nazionale di ricerca economica e statistica, ogni anno la popolazione di Parigi è in crescita di quasi l'1, 5%. E ci sono buone ragioni.

Secondo le statistiche ufficiali, oggi uno su venti persone di Parigi - un nativo dell'Africa. Il motivo principale - le ex colonie francesi nel Maghreb, la politica di immigrazione tollerante alle sue ex colonie, e le relazioni tribali particolare africani. La cosiddetta immigrazione famiglia, vale a dire l'ingresso in Francia "per una riunione di famiglia," ha una molto vaghi confini per le persone in Africa che hanno "l'unità minima della società" - un clan o di una comunità.

Durante la pausa nella Scuola di Parigi:

Walking in Paris

Alcuni anni fa, la Francia ha inoltre aggiunto benzina sul fuoco, prendendo parte attiva nel rovesciamento del regime di Gheddafi. Di conseguenza, afflitta da una guerra civile, la Libia tipo di migrazione "filtro" in questi ultimi anni si è trasformato in un canale aperto della migrazione illegale di centinaia di migliaia di africani che arrivano attraverso l'Italia alla Francia. Undercover sullo sfondo dei bassorilievi Minore Arc de Triomphe e il Louvre.

Walking in Paris

La situazione non era così deplorevole, se non per la scarsa formazione degli immigrati provenienti dal Nord Africa. Il tasso medio di disoccupazione tra gli immigrati africani è superiore al 30%. Ma la situazione è molto peggiore nei paesi africani stessi.

I lavoratori riparazione delle attrezzature presso il negozio di alimentari.

Walking in Paris

Senegal - una ex colonia francese, ottenne l'indipendenza nel 1960. La maggior parte delle persone conoscono il Senegal solo a causa della capitale del paese. E 'nella città di Dakar 1978-2008, i partecipanti hanno terminato l'annuale transcontinentale rally-maratona "Parigi-Dakar". Senegal oggi - è uno dei paesi più poveri del mondo, vive, infatti, a scapito degli aiuti stranieri. Secondo le statistiche ufficiali, ogni secondo senegalese - disoccupati.

immigrato africano che vende souvenir nei giardini delle Tuileries.

Walking in Paris

Questo spiega in gran parte la situazione in cui ogni mattina nella zona tra gli Champs de Mars e il Trocadero ci sono centinaia di africani illegali, aderendo ai turisti ingenui nella speranza di rifilare loro cinese Torre Eiffel, il bastone selfie e altri gadget a prezzi gonfiati. In risposta, la polizia di Parigi organizza vicino alle incursioni Torre Eiffel, arrestando tutti i giorni fino a cinquanta nativi del Senegal, Mali, Congo e altri paesi del continente nero. La polizia sono ancora centinaia di chilogrammi di souvenir illegali. Ma nonostante che ogni mattina la situazione si ripete più e più volte. Non importa - che si tratti di Trocadero o Place du Carrousel, quella del Louvre, - gli immigrati in tutto il mondo. E i parigini possono solo ricordare le parole di Fox, indirizzata al piccolo principe: "Ci sarà sempre la responsabilità di coloro che hanno domato" Anziani parigino.

Walking in Paris

L'amore in lontananza.

Walking in Paris

Nell'anno della capitale francese è visitata da circa 30 milioni di turisti - 10 volte le dimensioni dei residenti di Parigi, compresi gli immigrati. L'abbondanza di turisti ha portato al fatto che nel 2013, la Camera di commercio di Parigi e il Consiglio Regionale del Turismo ha pubblicato un libretto speciale, "Do you speak turista?", In cui per i parigini impiegati nel settore dei servizi, descrive le caratteristiche di un turista vacanze da diverso nazionalità.

Francese caffè cameriere.

Walking in Paris

I cambiamenti nel comportamento dei turisti che si sono verificati negli ultimi anni, in gran parte a causa del rapido sviluppo dei social media e moderni mezzi di comunicazione.

Selfie con la Gioconda, il Louvre.

Walking in Paris

Il primo di questi cambiamenti di fronte musei lavoratori - Orsay, l'Orangerie, il Louvre e gli altri.

Comporre nel Musée d'Orsay, Parigi.

Walking in Paris

Il Louvre - il museo più popolare nel mondo, per l'anno è visitato da circa 10 milioni di persone. Il museo espone una collezione di arte europea antica e occidentale fino al 1848.

Walking in Paris

La storia del dipartimento egiziano del Louvre. E 'apparso come un risultato della rimozione di tesori ottomani di Egitto durante società di Napoleone nel 1798-1801 anni.

Anche se ancora più obbligati a Napoleone il British Museum - la maggior parte dei francesi in Egitto saccheggiato proprietà è stata successivamente confiscata dal Regno Unito ed è ora esposto nel secondo volume della collezione del Museo Egizio del mondo - il British Museum di Londra.

Walking in Paris

Tuttavia, la maggior attenzione è focalizzata non al Louvre in Egitto, e ad alcuni lavori molto specifici d'arte. Questa è la Gioconda, la Venere di Milo e "Schiavi" di Michelangelo. Accanto a questi capolavori di fama mondiale è costantemente osservato il maggior numero di visitatori. La maggior parte di essi sono occupati, non osservando le opere d'arte - fanno selfie. Foto dalle "schiavi" di Michelangelo, il Louvre, Parigi, Francia.

Walking in Paris

Nei primi mesi del 2015 selfie bastone sono stati vietati in numerosi musei in tutto il mondo, così come alcuni del calcio e le gare di tennis, e anche nel Disneyland francese, perché possono causare danni a un'opera d'arte, o gli stessi turisti. Tuttavia, fino a quando il Louvre offre ai suoi visitatori la possibilità di godere appieno il selfie sullo sfondo delle sue più famose attrazioni.

Walking in Paris

Vista di Parigi dalla Torre di Montparnasse.

Walking in Paris