Come ci si sente - di essere guardie e prigionieri di Guantanamo

Come ci si sente - di essere guardie e prigionieri di Guantanamo

Christopher Arendt

24 anni, studente, il servizio militare a Guantanamo da gennaio a novembre 2004:

"Ho cercato di lavorare in turni di notte. Quando non stanno dormendo, ho sempre voluto chiedere scusa a loro. Quando dormivano, è stato possibile non preoccuparsi. Ho potuto solo camminare su e giù per i corridoi.

Uno dei prigionieri di solito svegliato prima degli altri, verso le cinque, e chiamò gli altri alla preghiera. E 'stato tenuto nella più recente corpo della fotocamera. I prigionieri hanno cantato grande, ma l'ascolto di loro era abbastanza spaventoso. 48 persone si svegliano al mattino e con una sola voce cantare una bella canzone, il cui significato non avrei mai potuto entrare in perché l'arabo - è oltre la mia comprensione. E 'stato molto potente.

Base "Delta" si trova su una scogliera che sovrasta l'oceano. Non ero mai stato al mare. Nell'esercito mi ha colpito molto la discrepanza spesso enormità di ciò che sta accadendo e, allo stesso tempo il suo fascino estetico. Quando ho visto la prima volta i due prigionieri si preparano per la preghiera, e allo stesso tempo inizia l'alba, era probabilmente lo spettacolo più controverso nella mia vita. Ogni giorno si sta scavalcando il corpo di prigione: due file di macchine fotografiche, 24 in ognuno, è di 48 persone, ma non si ha la minima idea del perché sono qui. È portare loro cibo, e se cominciano a impazzire, a loro cospargere in qualche orribile chimico-base di petrolio. E poi si prende cinque e porta alla loro utenti hanno contrassegnato per il programma completo. Sono cresciuto a Charlotte, Michigan. La famiglia viveva in una roulotte nel bel mezzo di un campo di grano, a destra sulla strada sterrata. La prima volta che ho visto un musulmano solo in carcere. Sono andato a servire, quando avevo diciassette anni, 20 novembre 2001. Prima di andare a Cuba, ho comprato due pornozhurnala; Non ho mai pensato che sarei stato così depresso che non sono interessati a me a tutti. Alla fine, li ho tagliati in piccoli pezzi e coperto con la sua parete porno della caserma. Ottenere tale carta da parati sul metà della stanza. La mamma mi ha mandato un pacco di adesivi con i dinosauri, in modo porno molto molto cool ho chiuso con ogni sorta di Diplodocus e Iguanodon. Mi sono seduto e fissare tutta questa bellezza. Un tempo, un tempo molto lungo.

Ho soggiornato in un cellblock soli due mesi, ma è grande per me in frantumi. Non sapevo cosa fare con tutto questo. A un certo punto, ho preso un cavo legato al ventilatore a soffitto nella sua caserma e ha deciso di impiccarsi. Di conseguenza, ha strappato fuori dal ventilatore a soffitto. E 'stato diversi mesi prima di smobilitazione.

L'unica cosa che quello che mi manca, è tazze. I prigionieri sono consentite solo bicchieri di plastica, e li dipinte. So che è proibito raffigurare umano e come ogni animale. Così hanno dipinto i fiori. Completamente decorare questi pezzi colori. Poi sono state scattate. stoltezza Terribile prendiamo un bicchiere - come se si può essere criptato con qualche messaggio segreto, lo gettano in mare, e qualcuno lo troverà - e l'inoltra alla intelligence militare. E si cercherà, quindi, a questi piccoli aggeggi, e preso a calci. Queste coppe mi è piaciuto paura. "

Come ci si sente - di essere guardie e prigionieri di Guantanamo

Murat Kurnaz

26 anni, pubblicista, attivista sociale, è stato arrestato nel dicembre 2001 in Pakistan e senza spese posto su una base militare di Guantanamo, è stato rilasciato quasi cinque anni, e non sapendo che è stato accusato di:

"Hanno batterli tutti. C'era un uomo, molto vecchio, non aveva visto o sentito nulla. Le guardie gli hanno ordinato di fare così e così, e lui non hanno sentito l'ordine. Andarono nella sua cella e picchiato. Due minuti, non di più. Con me anche questo è successo molte volte.

Non hanno bisogno di alcun motivo. Per cominciare, hanno usato "vodka al pepe" (spray al peperoncino). E 'molto ustioni. Difficoltà di respirazione, i suoi occhi non si aprono. Tutto faccia come bruciore, tosse non-stop. Poi mi hanno picchiato con il gomito. Al termine, arriviamo con la ragione e registrato nel registro. Ci hanno permesso di pregare ogni giorno, ma ogni volta hanno incluso la musica per attutire il canto. A volte il rock, a volte l'inno nazionale degli Stati Uniti, e, talvolta, hanno appena preso a calci la porta con tutta la droga.

Ma il peggio erano quelle piccole cellule in cui siamo stati tenuti. Molto spesso nel nulla della camera non era - tutti sono stati selezionati. Mi sono seduto lì in pantaloncini corti. Tutto ciò che era nella camera - i pantaloncini e ho fatto ".

Una breve storia della prigione di Guantanamo

Gennaio 2002

Sulla base navale statunitense di Guantanamo (Cuba) arrivano i primi 20 prigionieri. Secondo il decreto dell'amministrazione Bush, sono derivati ​​dalla applicazione delle Convenzioni di Ginevra sui prigionieri di guerra. luglio 2004

Fuori dal carcere senza accusa liberare Mehdi Geza, che ha tenuto a Guantanamo per due anni e mezzo. Egli sostiene di essere stato torturato. Dichiarazioni simili sono decine di prigionieri liberati.

giugno 2006

Quattro prigionieri di Guantanamo si suicidano.

Gennaio 2009

Barack Obama ha firmato un decreto per lo scioglimento del carcere. Una delle principali promesse elettorali del neo eletto presidente deve essere fatto entro un anno.

dicembre 2010

La camera inferiore del Congresso oppone alla chiusura della prigione.

Gennaio 2011

Obama firma legge che vieta la circolazione dei detenuti di Guantanamo negli Stati Uniti a causa del Pentagono, così come lo spostamento in altri paesi (con pochissime eccezioni). Questo rende impossibile la chiusura del carcere nel prossimo futuro.

maggio 2012

In Guantanamo inizia processo contro Khalid Sheikh Mohammed, il quale gli Stati Uniti considerato l'organizzatore degli attentati dell'11 settembre, e quattro dei suoi collaboratori.

settembre 2012

In prigione, 167 prigionieri rimangono. Solo un Guantanamo tenuto 779 persone, otto di loro sono morti in stato di detenzione.